Sprech Group Agorà Design – Conferenza stampa della nuova edizione

La ricerca di nuovi talenti anche nel campo dell’architettura e del design è tra gli obiettivi che ha mosso la Regione Puglia nell’azione “Pin – Pugliesi Innovativi” rivolta ai ragazzi che intendono realizzare progetti imprenditoriali innovativi ad alto potenziale di sviluppo locale e con buone prospettive di consolidamento, rafforzando al contempo le proprie competenze. Un risultato condiviso e sostenuto da sempre da Agorà Design, la manifestazione che da quattordici edizioni di svolge a Martano, nella cornice del centro storico della cittadina salentina, sostenuta attivamente da Sprech Group, l’azienda leader nella produzione e distribuzione di coperture modulari e tensostrutture, impegnata nella promozione del design, dell’innovazione e della tradizione artigiana.

Martedì 3 luglio alle ore 12 la sala consiliare del comune di Martano ospiterà la presentazione della nuova edizione di Sprech Group Agorà Design in programma a Martano dal 3 al 7 ottobre. Ai saluti del sindaco della cittadina Fabio Tarantino, faranno seguito gli interventi dell’assessore al Bilancio e alla Programmazione della Regione Puglia, Raffaele Piemontese, del consigliere regionale Sergio Blasi, del patron della rassegna Agorà Design Pasquale Rescio e di Lucia Rescio in rappresentanza della Sprech Group. Nel corso dell’evento Giorgia Marrocco della Pimar presenterà la sezione Stone della Rassegna e Carlo Giovanardi dell’azienda tessile Fratelli Giovanardi la sezione Textile. Al termine dei lavori l’architetto Aldo Pinto, che lo scorso anno ha partecipato ad Agorà Design e partecipando al Bando Pin Giovani ha ottenuto il finanziamento della sua idea imprenditoriale, racconterà la sua esperienza.

Un evento che sottolinea la sinergia tra Regione Puglia e Sprech Group volta a valorizzare i giovani talenti e la creatività come motore di una nuova economia produttiva.

Sprech Agorà Design nasce come spazio fisico, il centro storico di Martano appunto, in cui si incrociano le strade del design, dell’innovazione e della tradizione artigiana per dare origine a un vitale fermento creativo. L’obiettivo della manifestazione è infatti quello di valorizzare ogni singolo passo che porta alla creazione di qualcosa di nuovo: idea, progetto, scelta dei materiali e produzione; oltre a favorire il dialogo tra nuove generazioni di professionisti e realtà produttive. L’obiettivo è dunque comune, far crescere il territorio investendo sulle competenze e le professionalità dei più giovani, creare delle opportunità concrete per chi ha voglia di mettersi in gioco. La prima grande occasione arriva proprio nei giorni dal 3 al 7 ottobre prossimo, giorni in cui saranno premiati i vincitori del concorso Sprech Group Agorà Design e ci sarà anche la possibilità di assistere a un vivace confronto sui temi dell’architettura e del design, sulle sfide del futuro, con una particolare attenzione a: funzionalità, cura estetica e sostenibilità ambientale.

Saranno protagonisti della rassegna grandi nomi dell’architettura internazionale: Stefano Boeri, Benedetta Tagliabue, direttrice dello studio di architettura internazionale Miralles Tagliabue EMBT; Michele Lupi, direttore di ICON Design, i fondatori di Farm Cultural Park, un centro culturale indipendente con una forte attenzione all’arte contemporanea sito a Favara in Sicilia; l’architetto Gerry D’Anza, specializzato nel settore delle strutture leggere; Antonio Diaferia, ingegnere strutturale di Maffeis Engineering SpA.

Pin – Pugliesi Innovativi

PIN – Pugliesi Innovativi è l’iniziativa della Regione Puglia che si rivolge a tutti i giovani che hanno un’idea imprenditoriale e vogliono provare a metterla in pratica, con:

  • un finanziamento a fondo perduto tra 10.000 € e 30.000 €;

  • un set di servizi di accompagnamento e rafforzamento delle competenze.

L’accesso è completamente on-line all’indirizzo www.pingiovani.regione.puglia.it fino ad esaurimento dei fondi disponibili. La misura è rivolta a gruppi informali di almeno due giovani residenti in Puglia, di età compresa tra i 18 e i 35 anni che hanno un’idea imprenditoriale innovativa e vogliono svilupparla. PIN supporta la sperimentazione e la realizzazione di progetti a vocazione imprenditoriale nei settori:

  • Innovazione culturale (es: valorizzazione del patrimonio ambientale, culturale e artistico, turismo, sviluppo sostenibile, ecc.)

  • Innovazione tecnologica (es: innovazioni di prodotto e di processo, economia digitale, sviluppo di nuove tecnologie, ecc.)

  • Innovazione sociale (es: servizi per favorire l’inclusione sociale, il miglioramento della qualità della vita, l’utilizzo di beni comuni, ecc.)

PIN è un avviso pubblico a sportello con una dotazione finanziaria pari a 10 milioni di euro, di cui 8 dedicati al finanziamento di progetti e 2 ai servizi di affiancamento e rafforzamento delle competenze dei partecipanti. PIN prevede:

  • Un contributo finanziario, a fondo perduto variabile tra un valore minimo di 10.000 € e massimo di 30.000 € a progetto, a copertura degli investimenti e delle spese di gestione del primo anno. I gruppi informali per accedere al finanziamento dovranno costituirsi in soggetto giuridico iscritto al Registro delle Imprese o al REA.

  • Un set di servizi di supporto e rafforzamento delle competenze (prestazioni professionali specialistiche, workshop tecnici, affiancamento di imprenditori senior, visite aziendali, ecc.) messi a disposizione da ARTI (l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione) e co-progettati con i gruppi informali beneficiari.

L’accesso a PIN è interamente online. Per candidare il proprio progetto è sufficiente aprire una pratica su questa piattaforma, seguire le fasi di inserimento dei dati e presentare la propria idea imprenditoriale attraverso la compilazione del modello canvas. PIN non si limita a finanziare i progetti, ma mira ad accompagnarli e sostenerli attraverso strumenti personalizzati, dedicati al rafforzamento delle competenze anche dopo il termine del progetto finanziato. Ai servizi di accompagnamento, erogati dall’ARTI – l’Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione e co-progettati con i beneficiari, saranno dedicati 2 dei 10 milioni totali in dotazione alla misura. La Regione Puglia garantisce, inoltre, il collegamento tra PIN e il sistema degli incentivi regionali per le imprese.

PRODES ITALIA Press Office
Isabella Castelli

WP Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com